fbpx

Confronta gli elenchi

2020: Napoli tra le migliori città europee per gli investimenti immobiliari

2020: Napoli tra le migliori città europee per gli investimenti immobiliari

Con la Brexit sullo sfondo – e un accordo trascinato nel tempo che sarà meno favorevole per la Gran Bretagna di quanto annunciato inizialmente, e con i conseguenti impatti previsti sull’economia europea – la corsa all’acquisto di case sta crescendo, generando opportunità di business per il mercato immobiliare in varie parti del Vecchio Continente. È successo nel 2019 e si ripeterà, con più forza, nel 2020.

Lo scenario è definito da Forbes in un articolo sulle migliori città europee per investire nel 2020. La rivista americana specializzata in economia e finanza è stata affiancata nell’analisi da LeadingRE, un consorzio globale di 565 agenti immobiliari in 70 Paesi, per scoprire quali città mostrano segni di crescita immobiliare e offrono ancora buoni margini di guadagno. Ecco quali sono:

Napoli, Italia

Da sempre è una destinazione popolare per i turisti di tutto il mondo, il capoluogo campano ha registrato un aumento del 15% delle vendite di immobili lo scorso anno. A un’ora di distanza da Roma (in treno), situata sulla costa mediterranea con un clima caldo, e con le vicine isole di Capri e Ischia vicinissime, è diventata un luogo popolare in cui vivere ampie porzioni dell’anno.

“L’aumento della domanda rappresenta una sorta di rovesciamento del destino per la storica città di Napoli, che è spesso stata trascurata dalle sue controparti settentrionali”, ha detto a Forbes Chris Dietz, vicepresidente esecutivo delle operazioni globali di LeadingRE. “I prezzi relativamente bassi riflettono qui una domanda storicamente moderata.”

Megève, Francia

Oltre ad essere stata teatro di una tappa del Tour de France qualche anno fa, Megève ha visto un crescente afflusso turistico da diversi Paesi europei per merito, in gran parte, della sua stazione sciistica. Ad esempio, secondo l’agente locale Antonin Allard, citato dalla rivista statunitense, gli acquirenti britannici sono aumentati dal 5% al ​​15% negli ultimi 12 mesi e quelli dalla Svizzera rappresentano il 25% delle comprvendite, rispetto al 20% nel 2006.

Székesfehérvár, Ungheria

Non lasciamoci ingannare dal difficile nome da pronunciare. Questo mercato ha registrato un aumento delle vendite di case del 17% rispetto al 2018, soprattutto grazie a un importante rinnovamento del collegamento ferroviario Budapest-Székesfehérvár. Si trova sulla rotta tra due popolari luoghi turistici: il lago Balaton e il lago di Velence, quest’ultimo noto per le sue spiagge.

“La prosperità economica e la forte crescita immobiliare lo rendono un’opzione interessante per gli investitori e stiamo assistendo a un crescente interesse da tutta Europa per Székesfehérvár”, ha affermato Dietz. “Anche gli investitori della vicina Turchia sono attratti da 2000 anni di storia e cultura, nonché da prezzi vantaggiosi rispetto ad altri noti centri costieri europei”.

Batumi, Georgia

Questa città portuale è la terza più grande della Georgia e ospita il famoso Black Sea Resort. Al momento non ci sono limiti di altezza per i nuovi edifici, quindi i costruttori e gli acquirenti stanno approfittando al massimo di quest’opportunità.

Si stima che tra il 2018 e il 2019 siano state costruite 22.752 case (comprese case unifamiliari e condomini) in risposta alla crescente domanda. “Con abbondanza di terra disponibile, a Batumi, e poche restrizioni allo sviluppo, stanno emergendo nuovi progetti in città per soddisfare la crescente domanda”, ha detto Dietz.

Porto, Portogallo

Lo scorso anno era Lisbona, ma nel 2020 il miglior posto dove investire in Portogallo è Porto, dove i prezzi delle case sono più bassi del 30% rispetto a Lisbona, nonostante un aumento del 15% delle vendite, secondo Rita Ribeiro del Portogallo INS. La domanda è aumentata sia a causa delle case relativamente più costose a Lisbona sia a causa di cambiamenti normativi per gli affitti.

Il Portogallo è anche uno dei posti più economici per ottenere un visto d’oro per la cittadinanza europea. Ribeiro stima che le vendite immobiliari agli stranieri siano cresciute negli ultimi tre anni, da uno a dieci acquirenti a uno su tre.

Rotterdam, Olanda

Dopo Amsterdam, questa è la città più grande d’Olanda. Situata sul fiume Mosa, che attraversa molti Paesi europei, Rotterdam ospita il più grande porto d’Europa, tanto da essere chiamata chiamata “Manhattan on the Maas (Mosa)”. Per chi è alla ricerca di un luogo in cui investire, Rotterdam è ancora una buona opzione. Come afferma Erik Noordam di VOC International, “sta rapidamente diventando un paradiso per gli acquirenti che ritengono che Amsterdam sia diventata troppo costosa”.

Fonte: idealista.it

Post correlati

Londra annulla l’imposta di registro per rilanciare le compravendite

Il rilancio dell'economia britannica deve passare dal mercato immobiliare: questa la convinzione...

Continua a leggere

Il vero valore della casa come bene rifugio.

Chi ha sempre pensato che il mattone fosse solo un asset illiquido, in tempi di coronavirus può...

Continua a leggere

Casa: se di qualità tiene il valore di mercato.

La casa tiene il valore se di qualità La quarantena evidenzia i difetti delle abitazioni....

Continua a leggere