fbpx

Confronta gli elenchi

Casa: come Far passare il tempo ai nostri figli fra giochi e audiolibri.

Casa: come  Far  passare il tempo ai nostri figli fra giochi  e audiolibri.

Cosa fare con i bambini in casa durante la pandemia da coronavirus? Click dopo click si possono trovare idee e risorse interessanti per passare il tempo con i più piccoli.

Bambini in casa, una sfida senza sosta per i piccoli e per i genitori. Non c’è solo la didattica a distanza e il tempo dedicato allo studio. C’è anche la necessità di inventarsi ogni giorno cose nuove, attività che alimentano la fantasia e la creatività, giochi che permettano di muoversi e fare un po’ di attività fisica in un ambiente casalingo, in un balcone, in un giardino – per chi ha questa immensa fortuna.

Cosa fare con i bambini in casa durante la pandemia da Covid-19?

Internet certamente viene in aiuto, perché online si possono trovare idee, video da scaricare, giochi, audiolibri e libri. C’è tutto il capitolo dei giochi da tavola e dei videogiochi, per i più grandicelli. Ci sono i suggerimenti che si possono scovare sui siti che si occupano di bambini, minori ed educazione.

Anche il Dipartimento per le Politiche della famiglia, Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha appena lanciato una sezione chiamata #CiStoDentro che vuole aiutare le famiglie per i figli che stanno a casa e «offrire ai genitori uno strumento in più per scoprire idee, attività e giochi da realizzare e sperimentare con i propri figli, a casa».

 

bambino
Bambini in casa, idee per giocare

 

#CiStoDentro: creare un fotoromanzo, cercare il cassetto segreto

«“Ci sto dentro”, a casa mia. “Ci sto dentro”, a questa storia. “Ci sto dentro”, anche se la vita sembra tutta cambiata! Non posso andare a scuola, non posso fare sport, non posso fare musica, non posso andare dai nonni, a giocare con gli amici, al cinema, al parco o in un museo. Ma comunque “Ci sto dentro”, perché so reagire nel modo giusto: il mio atteggiamento e le mie azioni possono essere un vero aiuto. Per me. E per gli altri».

Questo il messaggio con cui il progetto si presenta, anche se è appena partito e questo si vede. C’è una sezione informativa sul coronavirus, la possibilità di pubblicare le domande dei bambini e una gallery che promette di caricare i disegni e i racconti dei bambini e delle bambine.

Nella sezione “Il tempo liberato” c’è invece qualche idea per far trascorrere le giornate ai bambini, forse la prima preoccupazione dei genitori chiusi in casa. Per ora le idee caricate sono solo tre. La prima è quella di creare una clessidra, da fare con un paio di bottiglie e del sale fino. Più creativa – e con un vago richiamo al passato: dubitiamo che i bambini ne abbiano mai visto uno – quella di giocare a creare un fotoromanzo a partire dalle fotografie stampate che si trovano in caso.

«Cerca foto di tutti i tipi: della tua famiglia, delle vostre vacanze, foto di anni fa e alcune più recenti. Più sono strane, divertenti e un po’ bizzarre e meglio è! Quando hai disposto tutte le fotografie su un tavolo puoi inventare una bella storia: metti in ordine tutte le immagini a seconda della trama che hai ideato e usa i post-it come se fossero dei fumetti, su cui puoi scrivere i dialoghi di tutti i personaggi».

Altra idea suggerita è quella di giocare al cassetto segreto, cercando di indovinare il contenuto di qualche cassetto dimenticato in casa, uno sportello che non viene mai aperto, per farsi poi raccontare la storia degli oggetti che ci si trovano dentro.

«In ogni casa c’è un cassetto, o uno sportello, che per un qualche motivo viene aperto pochissime volte: forse perché è scomodo, è coperto da altri oggetti oppure si è proprio dimenticato di averlo. Anche nella tua cameretta forse c’è un cassetto così: un cassetto quasi misterioso, che neppure ti ricordi della sua esistenza. Ecco, oggi andiamo proprio alla ricerca di quel cassetto». Da lì poi la mostra di piccoli e grandi oggetti rimasti intrappolati e che ora diventano fonte di racconti: i bambini possono chiedere ai genitori di raccontare la storia di quegli oggetti.

 

bambina che gioca
Bambini in casa, idee per giocare e imparare

 

Attività fisica attraverso il gioco

Le idee che si trovano online, e i consigli, sono tanti. Cliccando cliccando si può arrivare al sito Epicentro, dell’Istituto superiore di sanità, che suggerisce di fare attività fisica attraverso il gioco con una serie di trovate sia per i bambini più piccoli (sotto i cinque anni, QUI) sia per quelli più grandi (dai 5 agli 11 anni, QUI).

«In questo momento – suggerisce Epicentro – giochi di movimento, più o meno strutturati, da svolgere insieme a casa, possono essere quindi molto utili per affrontare con maggiore serenità tale situazione particolare: possono infatti aiutare bambini e ragazzi ad elaborare emozioni e vissuti a volte difficili da esternare in quanto attraverso il gioco, possono trovare espressione emozioni, stati d’animo e vissuti sia piacevoli che spiacevoli».

Sempre valida l’opzione di puntare su attività come il ballo, i salti, la musica, il disegno, la lettura ad alta voce.

Gli audiolibri con i classici

Molto nutrita è poi la schiera delle attività che si possono trovare online. Una buona selezione di risorse online per la famiglia c’è sul sito della Società italiana di pediatria (QUI). Da segnalare il link ai documentari della Rai e a una serie di audiolibri di Rai Radio 3.

Su Rai Play sono reperibili tutte le letture radiofoniche dei più famosi classici per ragazzi, lette da grandi attrici e attori italiani. Tra queste Le avventure di Pinocchio, Il diario di Anna Frank, I tre moschettieri, Il libro della giungla, Moby Dick, Ventimila leghe sotto i mari e tanti altri.

 

Post correlati

Dal 4 Maggio gli store del Gruppo Weplaza saranno regolarmente aperti.

Lunedì 4 maggio riapriamo i nostri store di Ercolano, Cercola, Portici, Massa di Somma/Pollena...

Continua a leggere

Sostegno affitto coronavirus, le iniziative locali e regionali

In piena emergenza coronavirus il tema del sostegno all'affitto è di grande interesse. Molti in...

Continua a leggere

Smart working: come organizzare gli spazi in casa.

Casa, come organizzare gli spazi in tempo di smart working. Costretti a lavorare da casa per il...

Continua a leggere