Confronta gli elenchi

Investimenti immobiliari: lo student housing arriva in Italia, napoletani trend al sud.

Investimenti immobiliari: lo student housing arriva in Italia, napoletani trend al sud.

Hai dei soldi da investire o stai pensando a una nuova attività a metà strada tra l’immobiliarista e il gestore di un b&b? Gli investitori, sempre in cerca di nuovi settori su cui scommettere, pare che abbiano deciso di puntare su un segmento che in Italia è ancora poco sviluppato: gli alloggi per studenti, o student housing per stare al passo coi neologismi.

Il problema dei posti letto per universitari da anni non trova soluzione – dicono da Nomisma una società di consulenza milanese che ha condotto uno studio a riguardo -. L’offerta è fortemente in difetto rispetto ai bisogni abitativi degli studenti iscritti non residenti». Si stima che manchino circa 75mila posti letto per arrivare alla media europea, e con l’aumento dei corsi interamente in lingua inglese l’urgenza di creare alloggi sarà presto ancora più evidente.

I volumi di investimento in student housing in Europa sono in forte crescita, tanto che dal 2007 al 2017 il valore è passato da 720 milioni di euro a oltre 7mila milioni. Nel nostro Paese, invece, il settore comincia solo adesso a muovere i primi passi: si calcola che per adeguare l’offerta servirebbero investimenti per circa quattro miliardi di euro. Ma le cose stanno cambiando: alcuni operatori internazionali hanno già intrapreso le prime operazioni, che hanno coinvolto Milano, Bologna e Venezia. Tra le città secondarie, Genova, Verona, Pisa e, al sud, Napoli, Catania e Palermo. Per esempio, The Student Hotel sta già realizzando quattro strutture a Bologna e Roma e due a Firenze, per un investimento di oltre 250 milioni di euro. Con un rendimento del 4,5%, «le residenze per studenti costituiranno, nel prossimo futuro, un importante elemento di sviluppo del settore immobiliare» dicono da Nomisma. Questo a vantaggio anche degli studenti, che fino a oggi hanno spesso pagato cifre elevate per alloggi periferici e trasandati.

Post correlati

Il modo migliore per vendere casa è dare voce alle emozioni

La parola italiana “casa”, che utilizziamo comunemente, deriva da quella più umile, latina,...

Continua a leggere

Tassi dei mutui all’ennesimo calo. Il mercato risponde con le surroghe.

Previsioni disattese per il mercato dei mutui, che invece di seguire un corso naturale di ripresa...

Continua a leggere

Le famiglie italiane e il mercato immobiliare nelle sei grandi città.

Il Centro Studi sull’Economia Immobiliare di Tecnoborsa – Csei analizza l’attenzione che...

Continua a leggere