fbpx

Confronta gli elenchi

Mutui: le migliori offerte di settembre

Mutui: le migliori offerte di settembre

Tassi da record per i mutui di settembre grazie all’andamento di Irs ed Euribor e alle prospettive di tassi bassi per molto tempo ancora. Ecco le migliori offerte sui mutui a tasso fisso e variabile di settembre.

Mutui e tassi di interesse, aumentano gli spread bancari

I tassi di riferimento (Eurirs ed Euribor) a livelli eccezionalmente bassi hanno indotto alcuni istituti di credito a ritoccare al rialzo gli spread, onde evitare di concedere mutui a tasso finito negativo (quindi, in sostanza, di rimetterci per i finanziamenti concessi). Ecco quindi che il Gruppo Banco BPM ha aumentato gli spread sui mutui a tasso fisso tra i 30 e i 35 punti base; Crédit Agricole e UBI Banca fino a 30 punti base. Di contro, BPER Banca, Intesa San Paolo e BNL hanno ridotto i TAN dei mutui a tasso fisso tra i 10 e gli 80 punti base.

Mutui a tasso fisso, le migliori offerte di settembre 2019

Per un mutuo acquisto, tasso fisso a 20 anni per un importo di 140mila euro su un valore dell’immobile di 280mila euro, richiesto da un 34enne residente a Roma, ecco le migliori offerte secondo Mutuisupermarket:

Mutuisupermarket
Mutuisupermarket

Facile.it, ipotizzando una richiesta mutuo acquisto a tasso fisso da 150mila euro, immobile da 200mila euro e durata trentennale, individua fra le migliori soluzioni:

  • Mutuo Pratico a Tasso Fisso di Deutsche Bank: prevede una rata di 485,22 euro mensili al tasso dell’1,04%, Taeg all’1,12%, costi di istruttoria 950 euro, perizia 390 euro, l’assicurazione obbligatoria sull’immobile completamente gratuita.
  • Hello! Home Fisso di Hello Bank!: rata mensile di 506,95, tasso dell’1,35%, Taeg all’1,46%, costi di istruttoria e perizia che ammontano rispettivamente a 600 euro e 300 euro.

MutuiOnline.it individua invece le seguenti offerte di mutuo a tasso fisso per una richiesta su Milano di un quarantenne che desidera acquistare un immobile di 200mila euro con un finanziamento a 20 anni di 150mila euro.

  • Mutuo Base Crédit AgricoleTaeg 1,09%, rata fissa mensile di 686,50 euro. Il tasso fisso è 0,95% (IRS+0,91%). Spese di istruttoria e perizia sono di 500 euro e 201 euro. In omaggio per i nuovi sottoscrittori, la polizza casa obbligatoria.
  • Mutuo Fisso Che Banca!Taeg 1,10%, rata è 684,50 euro, tasso fisso 0,92% (IRS+0,85%) e Taeg 1,10%. Le spese iniziali ammontano a 900 euro per l’istruttoria e 300 euro per la perizia. Che Banca! offre uno sconto sullo spread pari a 0,10% in caso di patrimonio totale detenuto presso la Banca maggiore di 100.000 euro. Per le richieste di mutuo caricate dal fino al 30 settembre 2019 e stipulate entro il 30 novembre 2019, di importo uguale o superiore a 250.000 euro, sarà applicata una riduzione di spread pari a 0,10%.
  • Mutuo Pratico a Tasso Fisso di Deutsche Bank: Taeg 1,14%, rata di 690,78 euro, il Tasso fisso è 1,01% (IRS 20A+0,95%) e il Taeg 1,14%. Anche Deutsche Bank proprone la polizza casa a suo carico, gratuita per il mutuatario.

Mutui a tasso variabile, le migliori offerte di settembre 2019

Per quanto riguarda le migliori offerte per i mutui a tasso variabile, ecco quelle di settembre secondo Mutuisupermarket, sulla simulazione di un mutuo acquisto, tasso variabile a 20 anni per un importo di 140mila euro su un valore dell’immobile di 280mila euro, richiesto da un 34enne residente a Roma:

Mutuisupermarket
Mutuisupermarket

Facile.it ipotizza una richiesta mutuo acquisto a tasso variabile da 150mila euro, immobile da 200mila euro e durata trentennale e individua fra le migliori soluzioni:

  • Hello! Home Variabile, mutuo a tasso variabile di Hello Bank! con rata a 472,81 euro mensile
  • Mutuo Pratico a Tasso Variabile di Deutsche Bank che prevede una rata di 475,70 euro mensili e include la polizza obbligatoria sui mutui casa gratuita.

Il miglior variabile secondo MutuiOnline.it è ancora di Crédit Agricole, al costo mensile di 672,39 euro e con gestione in filiale. Il tasso variabile è 0,74% (Euribor 3M+1,17%), il Taeg 0,87%. Le spese di istruttoria sono 500 euro e quelle di perizia 201 euro.

Mutui surroga, le migliori offerte di settembre 2019

Tra i migliori mutui surroga di settembre 2019Facile.it individua:

  • Webank, che finanzia fino al 70% del valore dell’immobile, rimborsando il debito residuo su una durata compresa tra 10 e 30 anni. L’importo minimo dell’operazione è fissato a 80 mila euro. Per un mutuo surroga a tasso fisso Webank richiesto entro il 30 settembre 2019 e stipulato entro il 30 novembre 2019, a partire da 100.000 euro, lo spread applicato varia da 1,10% per un piano di rimborso di durata di 10 anni per arrivare all’1,45% per un mutuo trentennale. Se l’importo richiesto è inferiore a 100.000 euro è prevista una maggiorazione sullo spread dello 0,10%.
  • UniCredit, che propone mutui in finalità surroga per importi variabili a partire da 50.000 euro, per finanziare il debito residuo fino all’80% del valore dell’immobile. La durata della surroga UniCredit può variare da 5 a 30 anni e il rimborso può avvenire a tasso fisso, variabile o variabile con CAP con varie formule di sconto sugli interessi delle ultime rate. 

Post correlati

Londra annulla l’imposta di registro per rilanciare le compravendite

Il rilancio dell'economia britannica deve passare dal mercato immobiliare: questa la convinzione...

Continua a leggere

Il mutuo a distanza ai tempi del Covid-19

A causa dell’emergenza Covid-19 anche il mondo delle compravendite immobiliari e dei mutui si...

Continua a leggere

Il vero valore della casa come bene rifugio.

Chi ha sempre pensato che il mattone fosse solo un asset illiquido, in tempi di coronavirus può...

Continua a leggere