Affitto:come arredare una casa spendendo poco

Novembre 20, 2020
0 Commenti

Vivere in una casa che rispecchia il proprio gusto quando si è in affitto sembra impossibile, ma con un pizzico di creatività le cose possono cambiare notevolmente. Si può fare molto già a partire da un piccolo budget, adottando soluzioni semplici da realizzare e che consentiranno di ripristinare velocemente l’appartamento oppure che si potranno portare con sé al termine del contratto d’affitto. Gli esperti di Habitissimo suggeriscono alcune interessanti soluzioni low cost per arredare una casa in affitto spendendo poco.

Un pavimento come nuovo

La levigatura elimina tutti i segni di usura come graffi e macchie dal pavimento. Questo trattamento si può realizzare su  parquet e pavimenti in marmo. Per il parquet si asporta un sottile strato superficiale e lo si riporta al suo antico splendore. Il lavoro si completa con l’applicazione di una finitura che può essere una vernice opaca o lucida, oppure un olio o una cera per parquet se si preferisce un effetto più naturale. Per il marmo invece si può optare per la levigatura a piombo, che sfrutta una reazione chimica per creare l’ossalato di calcio e vetrificare il pavimento, oppure la levigatura a diamante che prevede l’abrasione meccanica della superficie tramite diamanti fenolici.

Posare un pavimento flottante

Nelle case in affitto i pavimenti sono spesso uno dei principali difetti. Quando la presenza di un suolo datato diventa un ostacolo per ottenere lo stile che si desidera si può pensare di coprirlo ricorrendo a pavimenti flottanti in PVC o laminato da posare sopra al pavimento esistente. Hanno uno spessore di pochi millimetri e si installano con facilità, ma soprattutto si possono smontare e riutilizzare.

Un po’ di verde

Attraverso le piante qualsiasi ambiente diviene più vivace. Il verde dona allegria e freschezza agli interni rafforzando l’armonia dell’ambiente. Si tratta di una soluzione economica con cui dare un aspetto piacevole ad una stanza. Tra le specie per interni da considerare ci sono la Kentia, il Ficus Benjamin, la Sansevieria e la Dracena, piante che purificano l’aria indoor oltre a dare un tocco personale alla casa in affitto.

Rinnovare i tessuti

Un modo semplice ma infallibile per trasformare una casa in locazione nel proprio rifugio consiste nel sostituire gli elementi tessili presenti. Rinnovare tende, cuscini e tappezzerie consente di modificare notevolmente lo stile della casa, avvicinandolo al proprio gusto.

Una parete d’accento

In alcuni contratti d’affitto c’è la clausola che obbliga l’affittuario a restituire l’immobile nelle condizioni in cui gli è stato dato. Per questo si esita a cambiare colore alle pareti. Effettuare la tinteggiatura di tutte le pareti infatti è piuttosto costoso e faticoso. Intervenire su una sola parete invece è uno di quegli interventi che si potrà realizzare ed eventualmente riportare facilmente allo stato originale.

Oltre all’applicazione della pittura si può considerare la posa di una carta da parati che si possa rimuovere facilmente.

Effetti di luce

Le luci hanno una grande influenza negli interni. Uno spazio anonimo può essere trasformato variando soltanto l’illuminazione. Inoltre le lampade sono elementi d’arredo di grande effetto. Aggiungere dei punti luce come lampade da tavolo o lampadari aiuterà e creare un’atmosfera piacevole, soprattutto se si punta sull’utilizzo di luci calde, utili per rendere gli ambienti confortevoli e rilassanti.

Una testiera fai da te

La camera da letto è l’ambiente più intimo e personale della casa ma se non ha nulla di personale può far sentire a disagio. Per dare un aspetto particolare alla camera da letto in una casa in affitto ci sono svariate idee da cui prendere ispirazione. Ad esempio, le testiere realizzate con materiali di recupero come pallet o vecchie porte in legno che renderanno la stanza dedicata al riposo un ambiente suggestivo ed accogliente.

Habitissimo
Habitissimo
Habitissimo
Habitissimo
Habitissimo
Habitissimo
Habitissimo
Habitissimo